Rino Gaetano e mio padre

rino gaetano

Come oggi, 37 anni fa se ne andava il grande Rino Gaetano.

Vorrei ricordarlo condividendo un brevissimo aneddoto a cui sono molto legato e che in qualche modo lega Rino a me, alla mia famiglia e alla mia terra d’origine. Me lo raccontò un giorno mio padre quando vide che mi stavo interessando a un eroe appartenuto alla sua epoca, spesso frainteso, sottovalutato e morto di una morte piuttosto singolare.

Mio padre sta passeggiando per Udine quando all’improvviso un’auto gli si avvicina. Dal finestrino spunta la testa di Rino Gaetano che sorridente gli chiede indicazioni per raggiungere il locale (il Love Story a Buttrio) in cui avrebbe suonato la sera stessa. Mio padre lo aiuta, prende l’auto, lo accompagna sul posto ed ottiene un “ingresso libero” per lui e per mia madre. 

Rino Gaetano era nel pieno della sua purtroppo corta carriera e mio padre rimase molto colpito dalla sua umiltà, da quel semplice sorriso e da quella chitarra che si portava appresso come se stesse andando a strimpellare qualcosa in spiaggia piuttosto che al suo concerto.

Se ne sono andati entrambi, sia mio padre che Rino. Entrambi mi hanno trasmesso grandi emozioni e lezioni di vita, e continuano a farlo perché nonostante la loro dipartita, sopravvivono dentro di me.

Ciao amori miei.

mio padre

CONDIVIDILO SE TI È PIACIUTO
6 mesi ago

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *