Un pensiero al giorno ☕ – 04/12/2020

QUEL PICCOLO CONSUMISTA CHE VIVE IN NOI

Il meccanismo del consumismo è ormai noto a tutti, spero; in pratica, ricapitolando:

tu vuoi essere felice e lui, mister Consumism, ti promette di renderti felice “suggerendoti” di acquistare un determinato oggetto. Per la felicità faresti questo ed altro e così ti impegni come un pazzo per trovare i soldi per comprare quel belliss…dannatissimo oggetto, e una volta posseduto, dato che mr. Consumism non è cretino, sa bene che quell’oggetto non ti renderà felice per sempre e così ti propone prontamente un nuovo prodotto, migliore, a suo dire, di quello che possiedi già.

In questo modo entri in un circolo vizioso, in un loop infinito in cui rincorri un’illusoria felicità desiderando costantemente l’oggetto che ancora non possiedi, senza goderti quello che è già in tuo possesso.

Diabolico, non trovi?

Non scopro l’acqua calda ovviamente ma oggi mi andava di ripetere ad alta voce questo ragionamento perché ieri per strada ho sentito una signora che diceva a un’altra: “Vado in profumeria a vedere cosa mi manca!”. Affari suoi, certo, però mi ha fatto “sorridere” l’immagine di quella signora che andava in negozio a farsi dire dal negoziante ciò che lei desiderava.

A domani!

Se vuoi ricevere la notifica quando pubblico un nuovo articolo, inserisci la tua email nello spazio qui sotto.

[wysija_form id=”1″]

CONDIVIDILO SE TI È PIACIUTO
9 mesi ago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *