connections

Un pensiero al giorno ☕ – 19/12/2020

DISTANZIAMENTO ANTE LITTERAM

Se è vero che al mondo esistono persone come frequenze radio su cui ti sintonizzi automaticamente appena le conosci senza premere un tasto, è altrettanto vero che ci sono persone con cui non riesci proprio ad entrare in connessione, c’è come un muro tra te e loro e più ti avvicini più si sentono aggredite.

Con questo tipo di persone non c’è molto da fare: prima di tutto, chiunque tu sia, non sei nessuno per pretendere che qualcuno si apra a te finché lei/lui non deciderà di farlo; ogni tuo tentativo di avvicinamento sarà un atto puramente egoistico anche se crederai di farlo per il suo bene. Balle.

L’unico atto di carità è casomai rispettare la distanza di sicurezza tra te e quella persona. Qualsiasi relazione (d’amore, d’amicizia, ecc), affinché sia sana e spontanea non deve essere pretesa, forzata ma un punto d’incontro tra le tue frequenze e quelle dell’altro altrimenti ci sarà sempre un dominatore e un dominato, con probabili conseguenze poco sane per tutti.

Tutto il resto, se deve venire, verrà da sé. Altrimenti, pazienza. Ognuno di noi ha il suo modo di essere, la sua storia, le sue esperienze e i suoi motivi per fare o non fare determinate cose e non esistono tempi e modalità prestabiliti da rispettare.

connections

Se vuoi ricevere la notifica quando pubblico un nuovo articolo, inserisci la tua email nello spazio qui sotto.

[wysija_form id=”1″]

CONDIVIDILO SE TI È PIACIUTO
9 mesi ago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *