Un pensiero al giorno ☕ – 29/01/2021

E NIENTE, SCAPPI E BASTA

Certe volte nella vita, l’unica soluzione che ti resta è quella di scappare.

Ti scoppia un incendio in casa, cosa fai? Magari inizialmente provi a spegnerlo ma se le fiamme divampano furiose, non starai mica lì a guardare no? Scappi.

E metti che addirittura scoppi una guerra nel tuo paese. Cosa fai? Se ci tieni alla tua pelle, se hai fame. Non dirmi che non provi a scappare, a cercare qualcosa di meglio. Metti che hai anche un figlio, non dirmi che non penseresti al suo futuro e a quello che gli potrebbe succedere se decideste di rimanere.
E quindi niente, decidi di andare. Non sai neanche tu dove, l’importante è fare quel primo passo. La tua mente all’improvviso prende il volo e inizia a pensare come non aveva mai fatto prima.
In una situazione così estrema saltano tutti gli schemi. Non ti senti più al sicuro. Devi fare qualcosa. Scopri di possedere delle risorse, dei super poteri nascosti che all’improvviso ti fanno prendere in considerazione opzioni estreme come quella di salpare insieme ad altri innocenti come te su una barca che non promette benissimo ma che in quel momento, paradossalmente, è l’unica speranza di sopravvivenza.
E quindi scappi, parti, parti senza nulla da perdere se non la vita. Hai perso tutto il resto ma la tua testa improvvisamente è piena di sogni e di avvenire. Mentre nel frattempo “a Topolinia”, nei paesi cosiddetti “evoluti”, la maggior parte della gente teme di perdere il presente e tutto ciò che possiede, e che la possiede. E ha già perso ogni prospettiva di vita.

Come è strano il mondo.

subodh

Se vuoi ricevere la notifica quando pubblico un nuovo articolo, inserisci la tua email nello spazio qui sotto.

[wysija_form id=”1″]

CONDIVIDILO SE TI È PIACIUTO
8 mesi ago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *