Un pensiero al giorno ☕ – 02/02/2021

L’EREMITA E LE SUE BESTIE

C’era un eremita che meditava ventiquattro ore su ventiquattro. Un giorno passò di lì un pellegrino che incuriosito dalla sua scelta di vita gli chiese:- “Come fai a startene lì fermo tutto il tempo a fare niente?”

Eremita:- “Oh, ti sbagli! Magari non avessi niente da fare! Sto cercando di tenere a bada le mie bestie!”

Pellegrino:- “Bestie? Ma se ci siamo solo io e te qui, di che bestie parli?”

Eremita:- “Beh, ho due falchi per esempio, che sono i miei occhi, che si gettano sempre sulle cose brutte di questo mondo quando invece vorrei si posassero su quelle belle.
Poi ho una vipera che non riesco a domare, che non sta mai tranquilla, sputa veleno e morde in continuazione. È la mia lingua. E sono qui per insegnarle a pronunciare solo belle parole.
Ed infine ho un asino sfaticato dentro di me, che fa tanta fatica ad andare avanti, a sopportare il peso degli errori del passato e sono costretto a spronarlo tutto il tempo affinché non crolli. È la mia volontà.
Come vedi, sono pieno di lavoro fin sopra le orecchie, mio caro!”

Ma l’eremita non stava parlando solo di sé. In fondo, non è l’unico al mondo a dover domare queste bestie, non credi? 😉

bestie interiori

Se vuoi ricevere la notifica quando pubblico un nuovo articolo, inserisci la tua email nello spazio qui sotto.

CONDIVIDILO SE TI È PIACIUTO
2 mesi ago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *